L’inizio di una vita da counselor


Ed ora comincia l’avventura… Quella della libera professione, quella del fare ciò che più mi piace, quella del non avere un orario fisso e la libertà di scegliere la propria agenda e molto altro ancora…Psychologist office cabinet room vector illustration

Venerdì 16 dicembre ho ricevuto il diploma da Counselor Professionista. Mi sono preparata 3 anni per questo. Non starò a spiegare cosa fa il counseling, è possibile trovare la definizione nei vari motori di ricerca, voglio raccontarvi come io sarò una counselor.

Arrivo al counseling grazie al ruolo di coordinatrice e formatrice che ricoprivo presso la società partecipata per cui ero assunta fino a marzo 2016. Ad un certo punto ho sentito il desiderio di approfondire le tematiche legate alle relazioni e alla comunicazione. Già dal primo modulo al microcounseling ho sentito d’essere nel posto giusto. Sono stati anni di studio, di sacrifici, di crescita interiore e di formazione. Nel dicembre 2015 la società per cui lavoravo è stata messa in liquidazione e da qui la scelta di non voler essere ricollocata e di proseguire la mia vita lavorativa da libera professionista… L’essere a casa mi ha permesso di dedicare del tempo alla tesi e concludere così il percorso di formazione entro i tre anni.

Oggi sono ufficialmente una counselor e che counselor sono?

Ora ve lo racconto. Ho 46 anni, sono sposata e non ho figli. Per me oggi inizia una nuova vita professionale e sento che sarà lunga e arricchente. Aiuto le persone, in particolar modo le donne, a ritrovare le proprie risorse, sviluppare ulteriormente delle competenze per tornare ad essere padrone della propria vita proprio attraversando ed affrontando un momento di difficoltà. Nella mia scheda di restituzione dei tre anni di master mi è stato detto proprio questo: “hai la capità di ribaldatare al positivo ciò che poteva apparire solo negativo” ed è questo che voglio trasferire ai/lle mie/i futur* clienti.

Oltre ad essere una counselor sono una formatrice o trainer, voglio dedicare ampio spazio a momenti formativi, in questo caso solo per le donne, affinchè riscoprano il proprio valore, la determinazione e la libertà di vivere la vita che desiderano.

Con la libera professione ho l’opportunità di integrare molte parti me da quella di formatrice, di attivista per i diritti delle donne, ad operatrice di un centro antiviolenza. Il mio sogno è quello di essere una sorella maggiore per tutte quelle bambine interiori a cui sono state tarpate le ali, voglio aiutarti a riprendere il tuo volo libero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...